Estorsioni

Marzamemi, bombe contro concorrenza: 5 indagati

Secondo la ricostruzione degli agenti di polizia di Pachino gli indagati nel corso del 2016, a partire da marzo, avrebbero provocato danni a un ristorante, anche con una bomba carta lanciato sul tetto del locale per costringere il titolare a rinunciare alla sua attività

La Procura di Siracusa ha emesso cinque avvisi di conclusione indagine per una tentata estorsione avvenuta a Marzamemi (Siracusa). Secondo la ricostruzione degli agenti di polizia di Pachino gli indagati nel corso del 2016, a partire da marzo, avrebbero provocato danni a un ristorante, anche con una bomba carta lanciato sul tetto del locale per costringere il titolare a rinunciare alla sua attivita' . L'obiettivo era favorire due degli indagati, padre e figlio, a loro volta proprietari di un locale di ristorazione a Marzamemi. La vittima sarebbe stata anche minacciata verbalmente ma dopo una segnalazione al commissariato di polizia sono state avviate le indagini che si sono avvalse delle intercettazioni telefoniche.

Categoria: